EGAF - Edizioni Giuridico Amministrative e Formazione

Rifiuti - convegnistica

Stampa questa pagina

I rifiuti sanitari alla luce del D.M. 219/2000 e responsabilità dei soggetti coinvolti - Giornate di Studio

Convegno nazionale III Edizione
Bologna 27 aprile 2001

 

 

organizzazione

 


 

PROGRAMMA

 

 

Presiede i lavori
ins. Silvio Faggi - Dirigente associazione di autotrasportatori

ore 9,30
Principi generali e criteri relativi alla gestione dei rifiuti sanitari:
- il decreto "Ronchi" e il "Regolamento per la gestione dei rifiuti sanitari";
- la classificazione dei rifiuti sanitari.

dott. Alberto Proli - Già dirigente serv. contr. smalt. rifiuti di Ammin. Prov.le - autore di pubblicazioni

ore 10,45
Coffee break

ore 11,15
Considerazioni generali sull'accordo A.D.R. - Il deposito temporaneo dei rifiuti sanitari - Il trasporto dei rifiuti sanitari - Lo smaltimento dei rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo
dott. Alberto Proli - Già dirigente serv. contr. smalt. rifiuti di Ammin. Prov.le - autore di pubblicazioni

ore 13,00
Colazione di lavoro
 
ore 14,30
Le normative che regolano il trasporto professionale
ins. Silvio Faggi - Dirigente associazione di autotrasportatori

ore 15,45
Dibattito e risposte ai quesiti

ore 17,30
Termine dei lavori

 

TEMA

 

Il decreto ministeriale n. 219/2000, in attuazione dell'art. 45 del "decreto Ronchi",
ha definito le modalità tecniche per la gestione dei rifiuti sanitari.

La conoscenza della nuova normativa diventa pertanto condizione indispensabile
per una corretta gestione di tali rifiuti.

In particolare, in funzione della diversa classificazione dei rifiuti sanitari,
dovranno essere impostate le modalità di gestione, con particolare riferimento al deposito temporaneo,
alla raccolta, al trasporto e alle operazioni di smaltimento.

In tale contesto è importante, inoltre, conoscere come altre norme, quali l'Accordo ADR
(che regola il trasporto delle merci pericolose) e il decreto legislativo 626/94 (per la tutela della salute dei lavoratori)
si coordinano con quelle di settore nella gestione dei rifiuti sanitari pericolosi a rischio chimico e/o infettivo.

 

NOTE ORGANIZZATIVE

 

La quota di iscrizione a persona di L. 275.000 (+ IVA se dovuta) può essere versata o bonificata sul conto c. c. bancario n. 1765900 Cassa dei Risparmi di Bolzano (cab 11603 - abi 06045)
intestato a Centro Studi e Ricerche A. Palladio.

La quota comprende:
- cartella del convegno con Atti;
- pubblicazione "i rifiuti sanitari" di A. Proli
- colazione di lavoro e coffee break.

Per l'iscrizione alla Giornata di studio, utilizzare l'apposito tagliando da inviare via fax (0471/921380) unitamente a ricevuta di bonifico al Centro Studi e Ricerche A. Palladio
(alla quale ci si potrà rivolgere per ulteriori informazioni - 0471/505316 - 505329).

I dettagli organizzativi (alberghi, trasporto pubblico, parcheggi, ecc.)
verranno comunicati unitamente alla conferma dell'iscrizione.

Convegni