EGAF - Edizioni Giuridico Amministrative e Formazione

Circolazione - in generale

Stampa questa pagina

Prontuario delle violazioni alla circolazione stradale - Formula abbonamento

Prontuario pratico, con dettagliate note operative, delle violazioni al Codice della strada e alle altre norme sulla circolazione stradale aggiornato con le più recenti novità normative

Autore:

 

 

Le norme cambiano continuamente?

Egaf, certezza per gli abbonati

La normativa sul Codice della strada è in continua evoluzione.
Gli operatori del servizio di polizia stradale hanno bisogno di certezze.
L’abbonato Egaf sa a chi affidarsi.


Prontuario formula Egaf-insieme

Un abbonamento, sei strumenti aggiornati

Un sistema di prodotti e servizi informativi che ruotano intorno al Prontuario, per un aggiornamento continuo, preciso, tempestivo.

1 Due edizioni
del Prontuario

4

Newsletter

settimanale

2 Aggiornamenti
del Prontuario
5

Risposte
a quesiti

3

Banca dati
Iter Sanzioni CDS

6

Formazione

su Egaf TV


• CONTENUTO

Il prontuario, frutto dello scrupoloso studio della normativa e della diretta esperienza dell'autore, contiene tutte le fattispecie di violazioni al Codice della strada e alle altre norme sulla circolazione stradale.

Ogni ipotesi di violazione:

  • è posta in evidenza grafica con articolo, comma, descrizione della fattispecie, sanzioni pecuniaria e accessoria;
  • contiene la motivazione, con la formulazione dell'infrazione, redatta in modo da poter essere trascritta direttamente sui verbali di contestazione;
  • è completa di note operative (in carattere più ridotto), con dettagliate indicazioni procedurali e pratiche, riferite a situazioni concrete, per un preciso e immediato orientamento nella fase operativa.

Diretto principalmente a chi svolge sulla strada l'attività di accertamento e prevenzione delle infrazioni (polizia stradale, polizia municipale, carabinieri, guardia di finanza, ecc.), il Prontuario è utile anche a studi di consulenza, autoscuole, associazioni del settore, ecc.
Per l'impostazione e la struttura, per la quantità di informazioni e l'approccio concreto ed operativo al problema, per i richiami e le numerose tabelle, la pubblicazione costituisce un vademecum unico nel suo genere.

 

Aggiornamenti contenuti nella 55° edizione.

I più recenti e principali aggiornamenti riguardano i seguenti temi:

nuovi importi delle sanzioni per le violazioni al CDS valide nel biennio 2019÷2020 (aumento del 2,2%);
nuovo calendario della circolazione nei giorni festivi con nuove agevolazioni ed esenzioni (v. 006-02);
nuova ipotesi sanzionatoria per il trasporto di bambini con sistema di ritenuta privo del dispositivo di allarme antiabbandono (v. 172-07 - in vigore dall’1.7.2019);
introdotte nel capitolo E le varianti contenute nella Edizione 2019 delle norme ADR.

Inoltre, a seguito del decreto “sicurezza” (DL coord. n. 113/2018), sono entrate in vigore le seguenti  importanti modifiche a molti articoli del CDS:

l'attività di parcheggiatore non autorizzato, nel caso di seconda infrazione o se svolta con l’impiego di minori, diventa illecito penale (v. 007-23);
le modifiche dell'art. 93 vietano a chi ha la residenza in Italia da più di 60 giorni di circolare con veicoli immatricolati all’estero, salvo la disponibilità dei veicoli in particolari forme documentate di leasing, comodato o noleggio SC (v. 093-03 e 093-04);
l'art. 132 CDS, secondo cui il veicolo immatricolato all'estero può circolare in Italia al massimo  per un anno, prevede ora che, scaduto questo termine, se il veicolo non è immatricolato in Italia, l’intestatario può chiedere all’UMC competente un foglio di via per lasciare il territorio nazionale. Circolando oltre l’anno la sanzione pecuniaria è aumentata, il veicolo è praticamente sequestrato e, se non si provvede come sopra detto, entro 180 giorni viene confiscato (v. 132-01);
l'art. 196 CDS ha introdotto precisazioni sulla figura di obbligato in solido (v. § A2.3): per l’art. 94 c. 4 bis è tale non più il proprietario del veicolo ma l’intestatario temporaneo (094-05 nota 21); nel caso di veicoli immatricolati all’estero e circolanti in Italia è la persona residente in Italia che ha, a qualunque titolo, la disponibilità del veicolo (v. 093-03 nota 12 e 132-01 nota 6);
il nuovo testo dell’art. 213 CDS introduce sostanziali modificazioni nella normativa del sequestro per confisca dei veicoli (v. § C4.B):
  -    tutti i veicoli sequestrati, compresi ciclomotori e motocicli, devono essere affidati in custodia agli interessati (proprietario, conducente, genitore in caso di minorenne, ecc.); per ciclomotori e motocicli non c’è più quindi l'obbligo di deposito per 30 gg in depositeria;
  -    in caso di impossibilità o rifiuto, il veicolo è affidato in depositeria ex art. 214-bis con obbligo di tempestivo ritiro, successivo alla comunicazione pubblicata nel sito internet istituzionale della prefettura-UTG competente, altrimenti: trasferimento immediato di proprietà (v. § C4.B, nota 10);
  -    la circolazione con veicolo sequestrato comporta il trasferimento del veicolo in proprietà al soggetto di cui all’art. 214-bis cui viene consegnato nonché la revoca della patente (v. 213-02);
  -    è sempre disposta la confisca dei veicoli (non solo ciclomotori e motocicli) adoperati per commettere reati diversi da quelli previsti dal CDS (v. § A3.6.1 e § C4.D, nota [10]); per questi ultimi continuano ad applicarsi le esistenti disposizioni specifiche del CDS;
disposizioni analoghe a quelle dei primi tre trattini del caso precedente sono previste per il fermo amministrativo dei veicoli (v. § C5);
con le nuove disposizioni sul blocco stradale, ostacolare la libera circolazione con ingombri e ostruzioni è illecito penale non solo per le strade ferrate ma anche per le strade ordinarie. È illecito amministrativo l’ostruzione di strada ordinaria col proprio corpo (v. G2);
introdotte nuove sanzioni per seconda violazione in un biennio di circolazione senza copertura assicurativa (v. 193-01);
soppresso dall’1.1.2019 il sistema SISTRI di tracciabilità dei rifiuti (v. § F6-B);
soppressa in questa edizione del Prontuario, in attesa di direttive, l’ipotesi sanzionatoria sul fermo fiscale (già 214-03), pur ritenendo opportuno che l’accertatore informi il concessionario dell’eventuale circolazione di veicolo sottoposto a fermo fiscale.

Dalla legge di Bilancio 2019 si segnala:

in ATP e ZTL  i comuni possono consentire l’accesso libero ai veicoli a propulsione elettrica o ibrida (v. 007-20  nota 59);
rinviato all’1.1.2020 il rilascio di unico documento carta di circolazione/certificato di proprietà (v. 094-04 nota 17);
per sostenere la micromobilità elettrica può essere autorizzata la circolazione sperimentale di segway, hoverboard, monopattini (v. 190-13, nota 15).

Come sempre anche questa nuova edizione contiene numerosi aggiornamenti giurisprudenziali e vari miglioramenti espositivi.

 

 

Presentazione della pubblicazione nelle sue caratteristiche e impostazioni generali.

Libri - Prontuari

Gratuito per gli abbonati

  • Formula abbonamento comprensiva di tutte le edizioni pubblicate fino al 31 dicembre 2019

    • Edizione: 55°
    • ISSN: 1973-6312
    • ISBN: 978-88-8482-912-2
    • Pagine: 1440
    • Formato: 16 x 12
    • Prezzo: € 31,00
    • AGGIUNGI